Lirica in consiglio comunale con “Indostaff” di Testoni. Segui la diretta streaming

Guarda qui la diretta streaming
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text]

Lirica in consiglio comunale con “Indostaff” di Testoni

La parodia del “Falstaff” verdiano, sarà rappresentata venerdì 10 novembre alle 21

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”12px”][vc_column_text]

Segui la diretta streaming

[/vc_column_text][vc_empty_space][vc_column_text] Torna a vivere Indostaff, sorta di parodia del Falstaff verdiano scritta nel 1895 dal compositore bolognese Alfredo Testoni sotto lo pseudonimo di Tisento. Sarà rappresentata venerdì 10 novembre alle 21 nella Sala consiliare del Comune di Modena nell’ambito del programma di “Modena Città del Belcanto”. Scelta non casuale visto che la vicenda si svolge nel corso di un burrascoso consiglio comunale (“indostaff”, in dialetto, vuol dire “in due staffe” e allude agli equilibrismi della politica). Sarà possibile seguire lo spettacolo in diretta streaming collegandosi con il sito della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena (www.fondazione-crmo.it) oppure alla pagina dedicata su questo sito.   [/vc_column_text][vc_column_text] La commedia lirica, in tre atti, fu rappresentata per la prima volta in Consiglio comunale a Modena nel novembre del 2014. Lo spettacolo coinvolge un ampio numero di voci e comparse accompagnate da un organico strumentale da camera diretto da Nicholas Venturi. La regia è di Pierluigi Cassano. Il lavoro di trascrizione dei numeri verdiani del Falstaff è stato curato da allievi ed ex allievi della classe di Composizione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi – Tonelli”. Nel ruolo principale il tenore Bruno Praticò, fino allo scorso anno docente assieme a Raina Kabaivanska del corso di Diploma di secondo livello in Canto lirico presso l’Istituto “Vecchi – Tonelli”. Il progetto “Modena Città del Belcanto” è promosso dal Comune di Modena, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, dal Teatro comunale “Luciano Pavarotti” e dall’Istituto di Studi Musicali “Vecchi-Tonelli”. [/vc_column_text][vc_column_text]

INDOSTAFF

Commedia Lirica in Tre Atti di Alfredo Testoni

Musica di Giuseppe Verdi, da Falstaff, adattamento di Nicholas Venturi e Daniele Garuti

Produzione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi-Tonelli di Modena e Carpi

Personaggi ed interpreti

Sir Giacomino (INDOSTAFF),                                               Bruno Praticò

Borsari (FORD), quasi marito a Casoli Alice,                     Cesare Kwon

Nino Modena (FINTON)                                                       Gerardo Fabiani

Dottor Zannini, (CAIUS)                                                       Isaak Sason

Bergonzini (BARDOLFO), Pagani (PISTOLA)                      Gianni Taormina

Mrs Casoli (ALICE), quasi sposa a Borsari (FORD),          Arianna Manganello

De Volo (NANNETTA), figlia di Casoli Alice,                      Daniela Nineva

Mrs Menafoglio (QUICKLY),                                                Andreina Drago

Mrs Vecchi (MEG PAGE),                                                     Julia Samsonova

Borghesi che applaudono e fischiano                               Aleksandrina Mihaylova, Fabio Pedroli

Servi di Indostaff ecc…                                                  e Simone Scarpina

 

[/vc_column_text][vc_column_text]

Ensemble strumentale dell’ISSM Vecchi-Tonelli

Irene Introini, flauto

Massimiliano Pepe, oboe

Luigi Romano, clarinetto

Evelina Le Rose, fagotto

Elisa Malagoli, corno

Kloudennas Querimaj e Tania Righi, violini

Laura Garuti, viola

Eleonora Venuti, violoncello

Luigi Giannoni, contrabbasso

Nicholas Venturi, direttore

Regia di Pierluigi Cassano

Nella foto in alto: la prima rappresentazione di “Indostaff” in Consiglio Comunale nel novembre del 2014

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]