“Lo scambio di persona” tra inganno e seduzione

“Lo scambio di persona” tra inganno e seduzione

Come nasce una scena lirica? Come si preparano i cantanti ad eseguirla? Quali tecniche utilizzano per ‘entrare’ nel personaggio?

Sabato 14 settembre, alle ore 21, al Teatro Comunale ‘Luciano Pavarotti’ di Modena, gli allievi che frequentano il Biennio e la Masterclass di canto lirico tenuti da Raina Kabaivanska all’Istituto Musicale “Vecchi-Tonelli”, nell’ambito del progetto di formazione Modena Città del Belcanto, metteranno in scena lo spettacolo ‘Lo scambio di persona’, per la regia di Michele Suozzo. 

La pièce, della durata di circa quarantacinque minuti, mostra come si allestisce una celebre scena lirica: dall’apprendimento delle parti cantate col pianoforte, alla regia dei movimenti e delle espressioni, per concludere con l’esecuzione accompagnata da un gruppo strumentale. La scena prescelta coerentemente con il tema del Festivalfilosofia è tratta dall’inizio del secondo atto di Don Giovanni di Mozart, in cui il tema dello scambio di persona apre le porte ad una riflessione su quello dell’ambiguità della “maschera”.

In palcoscenico, gli allievi di Raina Kabaivanska – Marily Santoro (Donna Elvira), Michele Gianquinto (Don Giovanni), Alexis Marsepoil (Leporello) – e saranno coordinati dal regista e divulgatore Michele Suozzo per la direzione di Paolo Andreoli. La trascrizione per piccolo organico e la sua esecuzione saranno affidate agli allievi compositori e strumentisti del “Vecchi-Tonelli”: Samuele Peruzzi (flauto), Annarita Barbieri (clarinetto), Enrico Di Maria (fagotto), Gianluca Pagliara (corno), Valentina Galeone (violino), Martina Silva (violoncello), Eugenio Palumbo (mandolino). L’adattamento dall’orchestra è a cura dell’allievo della classe composizione Samuele Guerzoni.

Lo spettacolo rientra nel programma del festivalfilosofia ed è ad ingresso è gratuito.

—————

Michele Suozzo, autore di testi sulla divulgazione musicale, è conosciuto soprattutto come autore e conduttore, insieme a Enrico Stinchelli, de La Barcaccia, trasmissione di Radio3 Rai ideata da Paolo Donati nel 1988. Il programma radiofonico che si occupa di lirica è oggi un cult di riferimento per ogni appassionato d’opera e non solo, in onda anche all’estero attraverso Raisat e Rai International. Allievo di Fedele d’Amico, si è laureato all’Università La Sapienza di Roma con una tesi in Storia della musica. Attivo in molti ambiti, ha collaborato attivamente alla Società Italiana di Musicologia, le Università La Sapienza e Roma Tre di Roma, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Massimo di Palermo e la ex casa discografica tedesca Deutsche Grammophon.