L’ultimo saluto di Modena all’amata Mirella Freni

L’ultimo saluto di Modena all’amata Mirella Freni

Centinaia di persone hanno dato il loro ultimo saluto all’indimenticabile Mirella Freni nel foyer del Teatro Comunale. Una folla commossa ha assistito nel pomeriggio alla cerimonia funebre celebrata dall’Arcivescovo in Duomo.

Dalle 10 del mattino fino al primo pomeriggio decine e decine di persone, modenesi e non, hanno reso omaggio al feretro nel foyer del Teatro Comunale Luciano Pavarotti, tra i fiori e le foto di una Mirella Freni giovane e sorridente. Il clima reso ancora più struggente dalle note delle opere interpretate dalla cantante sui palcoscenici di tutto il mondo. Tra i presenti, oltre ai familiari e al direttore Aldo Sisillo, anche il Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e il Presidente della Fondazione di Modena Paolo Cavicchioli.

Alle 14.30 il corteo funebre ha lasciato il Teatro Comunale e ha raggiunto il Duomo dopo aver percorso un tratto di Canalgrande e della via Emilia. Il feretro è stato accolto da un applauso. La cerimonia funebre è stata accompagnata da brani di musica sacra interpretati dalla Corale Rossini. L’Arcivescovo Erio Castellucci ha commentato nella sua orazione funebre un brano del Vangelo secondo Matteo.

Don Erio ha elogiato la generosità con cui Mirella Freni ha restituito alla città e al mondo intero il dono della sua voce impegnandosi, anche dopo l’addio al palcoscenico, nell’infaticabile attività di formazione dei giovani cantanti. Al termine della cerimonia gli interventi, tra gli altri, della figlia Micaela, del sindaco Muzzarelli e del Presidente della Corale Rossini Romano Maletti.