Grandezze & Meraviglie presenta il concerto Offertorio

Il 30 settembre alle ore 21, nella chiesa di San Pietro, l’Ensemble vocale e strumentale Vicetia Musicalis propone un’antologia di brani sacri di grande suggestione di Paolo Benedetto Bellinzani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Giovedì 30 settembre, nella Chiesa San Pietro alle ore 21, Grandezze & Meraviglie presenta il concerto “Offertorio”. L’Ensemble vocale e strumentale Vicetia Musicalis propone un’antologia di brani sacri di grande suggestione di Paolo Benedetto Bellinzani, in forma di duetto per varie voci e strumenti, alternati a delle sonate da chiesa di Arcangelo Corelli, con organico di due violini, violoncello e organo. I duetti sono composti seguendo le più diverse possibilità d’abbinamento vocale: Canto-Alto; Tenore-Basso; Alto-Basso; Tenore-Basso; Canto Basso; Alto-Tenore; due Canti; due Bassi. Le voci sono supportate dal basso continuo organistico e, in due brani della raccolta, si prevedono parti d’organo obbligato.

Gli “Offertori a due voci per tutte le feste solenni dell’anno”, pubblicati nel 1726 da Paolo Benedetto Bellinzani (1682-1757) sono un perfetto esempio di un’ampia mole di composizioni destinate principalmente ad uso liturgico, rimaste solo manoscritte. Bellinzani nacque a Mantova o Ferrara intorno al 1690 (1682 secondo alcune fonti) e fu ordinato sacerdote nel 1717. Operò come Maestro di Cappella presso numerose cattedrali e morì nel 1757 a Recanati. Il corpus della sua produzione risulta coerente e compatto, sia dal punto di vista della notevole qualità compositiva che da quello dell’impostazione stilistica: l’autore riesce, senza mai cadere nella monotonia o nell’autocitazione, a creare una propria inequivocabile impronta melodica, perseguendo una “studiata semplicità” in cui la chiarezza delle linee si colorisce con equilibrio di fioriture e drammatiche dissonanze.

Vicetia Musicalis nasce in seno al Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Vicenza, uno dei primi in Italia a rilasciare titoli accademici di primo e secondo livello in discipline specifiche della musica antica. L’istituto garantisce una formazione d’eccellenza che persegue l’esecuzione storicamente informata, basata su studio delle fonti originali, ricerca musicologica e conoscenze organologiche. Un mondo affascinante che ha raggiunto un ampio pubblico grazie anche ai numerosi festival dedicati, rappresentante un’area musicale e professionale in costante crescita.

Nicola Lamon, vero e proprio appassionato della musica liturgica, ha conseguito il diploma in Canto Gregoriano con L. Menga e ha studiato presso l’Accademia Chigiana di Siena. La sua esperienza prosegue studiando il rapporto tra canto gregoriano, organo, liturgia, musica vocale e basso continuo. Insegna presso il Conservatorio G. Pedrollo di Vicenza.

 

La biglietteria apre 45 minuti prima dell’inizio

Ingresso 13€ (riduzioni 10€, 5€)

Per approfondire: www.grandezzemeraviglie.it

È possibile prenotarsi cliccando qui oppure scrivendo una mail a info@grandezzemeraviglie.it