Alta formazione

La Masterclass tenuta da Raina Kabaivanska presso l’Istituto Vecchi-Tonelli e il Corso di alto perfezionamento per cantanti lirici del Teatro Comunale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Sono attivi i percorsi di alta formazione che accompagnano i cantanti lirici verso una crescita professionale. I corsi d’eccellenza sono pilastri di Modena Città del Belcanto, che sostiene anche attraverso attività di promozione e valorizzazione l’offerta culturale del territorio, dalla produzione alla formazione.

Il primo novembre 2021 ha avuto inizio la Masterclass annuale in tecnica vocale e interpretazione del repertorio tenuta da Raina Kabaivanska presso l’Istituto Vecchi-Tonelli. Da ormai quasi 20 anni la Masterclass rappresenta, con continuità, un punto di riferimento formativo che ha laureato alcuni tra i principali interpreti del panorama internazionale. Il corso si conclude il 31 ottobre 2022 e con un evento finale a dicembre.

Prosegue, per la quinta edizione consecutiva, anche il Corso di alto perfezionamento per cantanti lirici della Fondazione Teatro Comunale di Modena, iniziato a dicembre 2021 e che terminerà con uno spettacolo operistico in forma semiscenica il 31 maggio 2022. Giovani interpreti di nazionalità cinese, giapponese, russa, kazaka, coreana, oltre che italiana, sono venuti a Modena per perfezionarsi con docenti di fama internazionale, quali Leone Magiera, Mariella Devia, Barbara Frittoli, Chris Merritt e Michele Pertusi. Obiettivo del corso è, come sempre, quello di affiancare alla formazione in aula l’esperienza in palcoscenico. In questo senso importante la trasferta a Novi Sad e a Linz nell’ambito di CrossOpera, progetto europeo che ha visto il Teatro Comunale capofila di una partnership formata insieme al Serbian National Theatre e al Landestheater Linz e il cui cast era formato, per la parte italiana, da Idil Karabulut e Eugenio Maria Degiacomi, allievi usciti dal corso di perfezionamento. In precedenza, a settembre 2021, allievi dei corsi di Teatro Comunale e Istituto Vecchi-Tonelli sono stati ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura di Budapest per un concerto e una presentazione del progetto Modena città del Belcanto, avviando un proficuo rapporto con gli Istituti Italiani di cultura all’estero, che perdura nel 2022.