Nuovi progetti per la didattica

Si conferma e ulteriormente consolida il rapporto col tessuto scolastico modenese. Il progetto "-30 all’opera", a cura di Carlida Steffan, e altre novità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Si conferma e ulteriormente consolida il rapporto di Modena Città del Belcanto col tessuto scolastico modenese. Dedicate a studenti e insegnanti le molteplici occasioni didattiche strutturate per avvicinate i giovani al mondo dell’opera lirica. Esemplare il progetto -30 all’opera, a cura di Carlida Steffan, Docente dell’Issm Vecchi-Tonelli, che coinvolge, in occasione delle prove generali delle opere riservate alle scuole, gli studenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia che partecipano ad un incontro di presentazione (30 minuti prima dell’inizio della rappresentazione) dell’opera alla quale assisteranno. Due nuovi progetti, in collaborazione con istituti superiori di secondo grado, incentreranno invece l’attenzione, in occasione di altrettante opere in cartellone, su scenografie e costumi e sui mestieri che rappresentano un grande patrimonio non solo culturale del mondo del teatro. Un percorso di preparazione per docenti di scuole primarie e secondarie di primo grado in previsione della partecipazione all’opera La Cenerentola Grand Hotel dei sogni per le parti cantate del pubblico.