Il Belcanto trionfa ad Angers

Si è conclusa la trasferta nell’ambito degli appuntamenti internazionali di Modena Città del Belcanto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Tre giorni modenesi ad Angers, città della Loira, sulla scia di Luciano Pavarotti e le eccellenze modenesi. Tra produzione, formazione lirica e didattica è in corso la stagione di Modena Città del Belcanto, figlia del protocollo che unisce Fondazione di Modena, Comune di Modena, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Istituto Musicale Vecchi-Tonelli, e che anno dopo anno si caratterizza per un respiro sempre più internazionale.

L’edizione francese di Dire et Chanter les passions, che ha avuto inizio ad ottobre 2021 a Modena, ha fatto tappa lo scorso week end sulla Loira con la prima parte di un seminario che ha visto come relatori docenti universitari della Sorbona, un concerto al Salon Curnonsky – con protagonisti gli allievi di Modena Città del Belcanto, Carlo Eugenio Raffaelli e Marta Lazzaro – e una cena di gala a scopo benefico realizzata dagli chef stellati Pascal Favre d’Anne e Luca Marchini.

Sabato 30 aprile si è tenuta la seconda parte del seminario con la presentazione del libro di ricette “Alla Luciano”, illustrato da Nicoletta Mantovani; durante la mattinata inoltre è stato possibile degustare nella piazza centrale di Angers prodotti tipici sia francesi che modenesi. Questi ultimi sono stati presentati da Piacere Modena, protagonista anche della serata di degustazione al Salon Curnonsky, coniugati alle creazioni degli chef stellati. Protagonisti indiscussi i momenti musicali con le esibizioni dei giovani cantanti di Modena Città del Belcanto, accolti da vere e proprie ovazioni del pubblico francese sul celeberrimo Brindisi della Traviata. Di grande interesse anche la Masterclass del tenore Sebastien Gueze, protagonista al Grand Theatre di Angers dell’opera Madama Butterfly.

Nella giornata conclusiva di domenica 1 maggio protagonista ancora una volta la musica a Terra Botanica, giardino e parco d’attrazione di Angers, con la partecipazione di Carlo Eugenio Raffaelli e Marta Lazzaro, insieme ad alcuni artisti francesi.

Per tutto il periodo della manifestazione, nel Foyer del Teatro di Angers si è potuta visitare l’esposizione di quadri “Le 7 meraviglie di Modena”: scatti degli angoli più belli della città, forniti dal settore turismo del Comune di Modena e Modenatur; immagini del Teatro Comunale Pavarotti-Freni e dell’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli, ma anche alcuni scatti forniti dalla Fondazione Luciano Pavarotti, emblematici del legame tra Modena e il tenore.