OperaTrailer: il Venturi entra a teatro

Gli studenti dell’Istituto Venturi protagonisti di OperaTrailer, il progetto didattico proposto da Modena Città del Belcanto che ha portato il lavoro dei ragazzi al Ridotto del Comunale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Studenti sceneggiatori, registi e attori per “OperaTrailer”. Si è concluso con la presentazione, avvenuta nel Ridotto del Teatro Comunale Pavarotti-Freni il percorso condotto dalle classi 3A del Corso liceale di Design dell’Arredamento e 4P del Corso professionale dei Servizi Culturali e dello Spettacolo dell’Istituto A. Venturi. Condotto nell’ambito di “OperaTrailer”, il percorso frutto del progetto didattico e multidisciplinare curato dalla docente dell’Istituto Vecchi-Tonelli Carlida Steffan all’interno dei dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO), ha portato alla realizzazione di quattro trailer – on line anche anche sul canale Youtube del Venturi, ispirati all’opera lirica “Lucia di Lammermoor” di Donizetti.

Obiettivo per gli studenti, quello di traslare i temi e i luoghi dell’opera nella contemporaneità, adattandoli ad ambienti a loro famigliari: l’amore e la pazzia di Lucia hanno preso le forme neoclassiche delle architetture e dei gessi della Galleria delle Statue dell’antica Accademia Atestina, ora sede storica del Liceo in Via Belle Arti; la dimensione cruenta e onirica della vicenda si è ricreata negli ambienti della Biblioteca storica dell’Istituto; la violenza a cui Lucia è sottoposta è diventata simbolo ed opposizione alla violenza sulle donne e alla negazione della libertà di amare trasversale ad ogni epoca.

Attraverso uno studio approfondito del libretto e della messa in scena dell’Opera, i partecipanti hanno potuto avvicinarsi al teatro, scegliendo oggetti e costumi di scena adeguati, impegnandosi nell’interpretazione delle scene, realizzando acconciature e trucco. La vicinanza a questo mondo li ha portati a scoprire un linguaggio nuovo, solo apparentemente distante dal loro. Il percorso didattico ha consentito ai giovani studenti di esprimersi in un campo di sperimentazione denso di libertà creativa ed espressiva, attingendo dal bagaglio di conoscenze e competenze maturate nei corsi di studio.

I prodotti audio-visivi sono stati il risultato di un lavoro sinergico tra discipline diverse: oltre alle materie d’indirizzo, sono state coinvolte italiano, inglese, scienze motorie, storia delle arti visive cosicché gli studenti potessero analizzare l’opera di Donizetti sotto ogni punto di vista. Proprio per questo, il progetto pensato e coordinato dalla docente Steffan è stato poi condotto dai professori Raffaella Cattinari, docente di Italiano, Enrico Manfredini, docente di Linguaggi e tecniche della fotografia e degli audiovisivi e Luana Sarti, docente di Progettazione di Design dell’Arredamento, con la collaborazione del prof. Fabio Gurzí, docente di laboratori tecnologici. Alla realizzazione dei quattro trailer ha collaborato anche Valentina Zanni diplomata in Didattica della Musica all’Istituto Vecchi Tonelli, che ha aiutato i ragazzi nella selezione dei frammenti musicali.

Non da ultimo, i ragazzi e le ragazze hanno potuto vedere con occhi nuovi la città in cui vivono osservandola più attentamente, analizzandone in maniera più profonda i luoghi che la rendono riconoscibile: il Giardino Ducale, lo skyline del centro storico, le fontane, gli spazi della sede storica del loro Liceo.