Un Rigoletto “senzaspine”

Una particolare rappresentazione dell'opera cara al Mestro in scena martedì 6 settembre alle ore 20,30 presso il Teatro Comunale Pavarotti-Freni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Martedì 6 settembre la Fondazione Luciano Pavarotti, in collaborazione con il Comune di Modena e con il sostegno della Fondazione di Modena, presenterà un evento dedicato alla memoria del Maestro nel giorno in cui si ricorda il quindicesimo anniversario della sua scomparsa. In questa particolare ricorrenza verrà offerta alla cittadinanza una rappresentazione di Rigoletto in scena alle ore 20,30 presso il Teatro Comunale Pavarotti-Freni. Un’opera particolarmente cara a Pavarotti, eseguita in molti teatri del mondo e di cui è stato acclamato interprete anche nella trasposizione cinematografica con la regia di Jean-Pierre Ponnelle all’inizio degli anni ’80.  Il capolavoro di Giuseppe Verdi verrà rappresentato a Modena in una nuova produzione, per la prima volta dopo il debutto al Teatro Duse di Bologna la scorsa primavera, con la partecipazione dell’Orchestra Senzaspine diretta da Matteo Parmeggiani e con la regia di Giovanni Dispenza. Nei ruoli principali del cast si ascolteranno Scilla Cristiano, soprano bolognese di fama internazionale, il baritono Alessio Verna nel ruolo di Rigoletto e, nel ruolo che fu di Pavarotti, Giuseppe Infantino, allievo di Raina Kabaivanska e da tempo tenore di spicco negli eventi promossi dalla Fondazione Pavarotti.

Lo spettacolo è rivolto a ogni tipo di pubblico, realizzato grazie al contributo di Antoniano Onlus, Istituto dei ciechi Francesco Cavazza, Fondazione Gualandi a favore dei sordi, ENS – Ente Nazionale Sordi, FIADDA Emilia-Romagna, che hanno aiutato ad adattare la LIS al linguaggio della messa in scena e provveduto alla sopratitolazione. Una rappresentazione dalle tinte pop, con fumetti in bianco e nero che scorreranno alle spalle dei protagonisti simili a una graphic novel, disegnati da Andrea Niccolai e animati da Daniele Poli sulle scene di Matteo Soltanto con le luci di Pietro Sperduti.

L’evento è gratuito ma sarà necessario ritirare un biglietto d’ingresso con posto assegnato presso la biglietteria del Teatro Comunale a partire da martedì 30 agosto. (Ognuno potrà ritirare non più di 4 biglietti). La biglietteria è aperta con i seguenti orari: lunedì 16 – 19, martedì 10 – 19; mercoledì, giovedì e venerdì 16 – 19; sabato 10 – 14 / 16 – 19. È anche possibile prenotare telefonicamente, da lunedì a venerdì 10.30 – 13.30, chiamando il numero 059 203 3010.